Biella e le mie "ciambelle"






















 


Spesso capita che ci sono luoghi così belli e interessanti, vicini a dove abitiamo, ma di cui non ne conosciamo l'esistenza.
La scorsa settimana ero alla ricerca di una località da visitare in occasione della festa del 25 Aprile, la classica gita fuori porta...navigando per la rete mi sono imbattuta nella città di Biella in Piemonte, circa 100 km da Milano.
Ho deciso di andarci, ed è stata davvero una gran bella scoperta!
Ci tenevo a raccontarvela perché se vi capiterà di essere nei dintorni fateci un salto ne vale una visita.
La città di Biella è divisa in una parte bassa più moderna chiamata "Biella Piano", ed una più alta che prende il nome di "Biella Piazzo" il quartiere storico della città , posto su una collina, raggiungibile a piedi oppure più comodamente da una carinissima funicolare.
Il borgo un tempo era circondato da mura e chiuso da monumentali porte, tuttora esistenti.
La parte storica di questa città mi ha davvero colpita, il silenzio è il padrone di questo luogo, sembra di tornare indietro nel tempo.
Ci si può rilassare davanti al paesaggio che si apre in piazza Cucco, con la sua splendida vista sulle montagne biellesi... passeggiare fra le viuzze, perdersi fra edifici medioevali,
palazzi meravigliosi, chiese, loggiati, piazze e antiche botteghe, come la Farmacia cocktails bar  una ex farmacia trasformata in un bar.
Ed è stato proprio per caso che, passeggiando sotto i portici di Piazza Cisterna, ho scoperto il bellissimo ristorante Due Cuori, entrandovi si respira subito un'atmosfera d' altri tempi.
Sarà forse perché  il  locale è ricavato all'interno di quella che un tempo era una pasticceria?
Della pasticceria ha anche conservato la vendita artigianale di meringhe
, torcetti e ciambelle (dolci della tradizione dolciaria Piemontese).
Un ambiente curato nei minimi particolari, così come la cucina, dove si utilizzano selezionate e ottime materie prime del territorio.
E' stato bello pranzare al Due Cuori ,assaporare i piatti dai sapori tradizionali ma rivisti in chiave moderna e raffinata.
I dolci presentati in maniera divina: indimenticabile la torta di cioccolato senza farina e  il tiramisù, il migliore che abbia mai mangiato, con savoiardi fatti in casa.
Devo ringraziare tutto il team del Due Cuori, in particolare la titolare, la gentilissima Signora Anna, che mi ha consentito di scattare le foto all' interno del suo locale, sperando di non essere stata troppo di intralcio al personale che stava lavorando...ma come potevo lasciarmi scappare questo fantastico posticino? Grazie ancora DI CUORE!
























































































































































Ed eccovi la mia versione delle ciambelle (biscotti a forma di ciambella) che ho acquistato all' interno del Due Cuori, la cui ricetta è segreta, ma che ho cercato di riprodurre al meglio.

6 commenti

  1. Sembrano buonissimi e la foto è proprio bella!
    Li proverò di sicuro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, grazie! sono semplici ma tanto buoni!

      Elimina
  2. Quante belle foto che ci portano lì, con te!

    RispondiElimina
  3. bhe... sei proprio brava sia nel reportage che nella foto food! :-) molto onorata di conoscerti presto !!

    RispondiElimina
  4. ho vissuto un amore di gioventù in questa città!

    RispondiElimina
  5. Wonderful pictures. You are also a good photographer! =)

    RispondiElimina

Leggo sempre tutti i vostri commenti, sono molti importanti per me e mi scuso se non sempre riesco a rispondervi.
(se non possiedi un account google,clicca su Anonimo, ma ti chiedo gentilmente di firmarti, i commenti anonimi non verranno pubblicati).

© Dolce Salsarosa

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig